Paramontura: cos’è e a cosa serve, tipologie e come si cuce

Paramontura: cos’è e a cosa serve, tipologie e come si cuce

Paramontura: cos’è e a cosa serve, tipologie e come si cuce

Confezionare bluse, camice, giacche e cappotti richiedono di sapere come cucire una paramontura. Ma di cosa si tratta?

Insieme ai rever, le paramonture permettono di rifinire, rinforzare e rivestire l’interno di un capo dalla parte anteriore. Sono fondamentali per cucire scolli, colli, colletti, maniche e applicazioni decorative. Si trovano anche nelle tende.

Nei cartamodelli o nei metodi sartoriali, queste rifiniture e rinforzi sono anche indicati con delle linee diagonali che attraversano l’intero ritaglio. Includerle nella confezione di un capo d’abbigliamento significa dare valore aggiunto al lavoro sartoriale.

Cos’è e a cosa serve una paramontura

La parola paramontura deriva da francese parementure e parement, ovvero paramento, ornamento.

Si tratta di rifiniture, sostegni e rinforzi che rivestono l’interno di un capo d’abbigliamento nella parte anteriore. Sono le zone in cui realizziamo colli, scolli, colletti e rifiniture ma anche dove inseriamo bottoni, passanti o cerniere. Rivestono un ruolo chiave per rinforzare e fare dei perfetti giromanica, scolli a V o rotondo.

In alcuni casi, questi sostegni prevedono anche l’aggiunta di telette e della friselina.

Paramontura su polsino

Tipologie

La paramontura può essere cucita su varie parti del capo d’abbigliamento ed assumere diverse forme.

In alcuni casi, le paramonture sono parte integrante del pezzo di un cartamodello; questo significa che questo elemento non va sovrapposto al ritaglio ma è un’estensione del pezzo e va ripiegato su se stesso. Si trovano solitamente quando il modello prevede un’allacciatura con bottoni.

Quando il modello non prevede pince o cuciture o se presenta uno scollo a V, un girocollo o giromanica servono le paramonture che modellano. In questo caso, questi rinforzi dovranno combaciare con le linee del cartamodello.

Le rifiniture sui bordi si ottengono con lo sbiego che, oltre ad essere acquistato nelle mercerie, può essere realizzato con strisce dello stesso tessuto.

Come si cuce una paramontura

Preparate il kit da cucito e assicuratevi di avere ago, filo da imbastire, spilli e forbici.

Solitamente, i cartamodelli spiegano per ogni capo come cucirli in base al modello scelto. Le paramonture, in generale, si cuciono come le fodere, dritto con dritto, per poi rivoltarle.

Se il modello prevede l’aggiunta di friselina, applicatela al ritaglio di stoffa. Cucite il margine facendo attenzione che la linea di cucitura sia quanto più dritta possibile.

Appuntate la paramontura, dritto su dritto, facendo combaciare le tacche e le cuciture tra loro. Per un buon risultato e perfetta vestibilità è importante che questi passaggi siano eseguiti con molta attenzione e precisione.

Rifilate e intagliate i bordi e rivoltate il lavoro spingendo verso l’interno bordi e angoli. Stirate per definire bene i margini. Rifinite, se richiesto, con una cucitura dritta.

Credits e note

Scrivete nei commenti o inviate un messaggio a creativain.gb@gmail.com per qualsiasi informazione. Condividete e menzionatemi come fonte sul vostro progetto. Schemi e articoli non possono essere copiati e venduti ma solo condivisi e realizzati citando la redazione. Grazie. CreativaIn© – Giovanna Barone

Come seguirmi:

Salva

Salva

Creativa In

Ciao, benvenuti! Mi chiamo Giovanna Barone e sono una giornalista e insegnante per professione. Questo blog, testata giornalistica online, nasce per condividere con voi la mia passione per l’handmade e la creatività a 360°. Curiosando e cercando tra gli articoli proposti nelle varie categorie potrete trovare diverse idee, schemi, tutorial da cui trarre ispirazione. Gli articoli non possono essere copiati e venduti ma solo condivisi e realizzati liberamente. Una volta realizzato il progetto, menzionatemi come fonte. Contattatemi per qualsiasi informazione. Grazie, Creativa In©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *