Ricetta porcellana fredda. Come fare in casa la pasta di mais

Ricetta porcellana fredda. Come fare in casa la pasta di mais

Ricetta porcellana fredda. Come farla in casa e consigli utili

La porcellana fredda è una pasta modellabile, con o senza cottura, che si prepara a casa con pochi ingredienti. Deve il suo nome al fatto che ricorda proprio la porcellana classica; è liscia, lucida e gradevole al tatto.

L’impasto, versatile e molto elastico, permette di realizzare oggetti di ogni tipo e forma. Nota anche come pasta di mais, è ideale per creare gioielli, ciondoli, bambole, miniature e statuine, bomboniere e addobbi per ogni occasione. È una tecnica con la quale creare anche originali segnaposti per Natale o Pasqua.

I negozi specializzati in hobbistica offrono, oltre agli impasti già pronti per l’uso e agli utensili per modellare, formine e stampini di ogni tipo, dimensione e forma.

Come tutte le arti di modellazione, anche in questo caso, per ottenere buoni risultati serve pratica, pazienza e tempo. Per fare in casa un impasto a regola d’arte, seguite attentamente le istruzioni e le dosi.

Ingredienti

Come la pasta di sale e al bicarbonato, per preparare la porcellana fredda, con o senza cottura, occorrono pochi ingredienti facilmente reperibili in casa. Le dosi possono aumentare o diminuire in base alle necessità ma bisogna sempre rispettare le proporzioni.

Procuratevi quindi:

  • 100 gr di maizena o frumina
  • 100 gr di colla vinilica
  • 1 cucchiaio di olio di vasellina
  • 1/2 cucchiaio di succo di limone (per rendere l’impasto bianco)
  • 3-4 gocce di olio essenziale profumato (opzionale)
  • coloranti (alimentari, acrilici o tempere)

Per la lavorazione e rifinitura servirà:

  • Carta forno
  • Crema emoliente o olio idratante per bambini
  • Vernice trasparente lucida o opaca

Come preparare la porcellana fredda senza cottura

Per fare la porcellana fredda senza cottura, impastate in un recipiente la maizena, la colla vinilica, la vasellina e il succo di limone fino ad ottenere un composto omogeneo, compatto e liscio. Se l’impasto è troppo appiccicoso, aggiungete poco alla volta piccole quantità di amido di mais fino ad ottenere la consistenza desiderata.

Versate quindi le gocce di olio essenziale e il colorante e continuate a impastare. Ricordate che asciugando, il colore tende a diventare più scuro; valutate, quindi, l’effetto cromatico che desiderate ottenere.

Tenete sul piano da lavoro la quantità di pasta necessaria per il vostro progetto e conservate la rimanenza in un contenitore per evitare che asciughi.

Scaldate la pasta tra le mani per circa 30 minuti in modo tale da ripristinare l’elasticità che la contraddistingue; per modellarla con più facilità spalmate sulle mani una piccola quantità di crema emolliente o olio per bambini. Durante la lavorazione, coprite il piano di lavoro con della carta forno.

Completato il progetto, lasciate asciugare all’aria; i tempi di asciugatura dipendono dal progetto, dalla sua dimensione e spessore. Come ultimo passaggio, rifinite l’oggetto con la vernice. Lasciate asciugare.

Come preparare la pasta di mais a caldo (con cottura)

La pasta di mais a caldo richiede due passaggi: la preparazione dell’impasto e la cottura. La prima fase rispetta la procedura della versione a freddo; una volta amalgamati tutti gli ingredienti, lasciate riposare l’impasto per circa 10 minuti.

Prendete, quindi, una pentola e cuocete gli ingredienti sul fuoco a fiamma molto bassa. Mescolate con cura e attenzione, fino a quando l’impasto si staccherà dalla pentola. È importante che non bruci.

Una volta pronto, versate l’impasto sul piano da lavoro e lavoratelo a mano. Per evitare di rovinare il tavolo, copritelo con della carta forno. Modellate l’impasto con le mani unte di crema emolliente o olio idratante per bambini.

Colori acrilici

Consigli utili

Per conservare e mantenere le proprietà della ceramica fredda, avvolgetela in una pellicola trasparente e riponetela in un contenitore ermetico dentro il frigorifero. Non deve prendere aria e umidità.

Oltre ad aggiungere il colorante durante la preparazione dell’impasto, potete dipingere i vostri progetti una volta asciugati. Utilizzate acquerelli, acrilici, tempere o smalti.

Al fine di evitare crepe o rovinare il progetto, per la fase di asciugatura non utilizzate, per ridurre i tempi di asciugatura, fonti di calore eccessivi. L’oggetto deve seccare all’aria con i suoi tempi.

Credits e note

Scrivete nei commenti o inviate un messaggio a creativain.gb@gmail.com per qualsiasi informazione. Condividete e menzionatemi come fonte sul vostro progetto. Schemi e articoli non possono essere copiati e venduti ma solo condivisi e realizzati citando la redazione. Grazie. CreativaIn© – Giovanna Barone

Come seguirmi:

Creativa In

Creativa In

Ciao, benvenuti! Mi chiamo Giovanna Barone; sono giornalista e insegnante per professione. Questo blog, testata giornalistica online, nasce per condividere con voi la mia passione per l’handmade e la creatività a 360°. Curiosando e cercando tra gli articoli proposti nelle varie categorie potrete trovare diverse idee, schemi, tutorial da cui trarre ispirazione. Gli articoli non possono essere copiati e venduti ma solo condivisi e realizzati liberamente. Una volta realizzato il progetto, menzionatemi come fonte. Contattatemi per qualsiasi informazione. Grazie, Creativa In©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!